Italian Italian

Gli esplosimetri sono dei dispositivi elettronici che indicano la concentrazione di uno o più gas in un ambiente; sono impiegati principalmente per rilevare e localizzare fughe di gas combustibile.

Fa parte della più ampia categoria dei rivelatori di gas. Generalmente viene progettato come rivelatore od indicatore, piuttosto che come strumento di misura, essendo solitamente impiegato per testare zone non ben delimitate dove la misura di precisione ha senso se eseguita su un determinato campione di gas.
Il termine deriva dall'inglese "explosimeter" con evidente riferimento a quei gas, come il metano, che divengono esplosivi in determinate concentrazioni.

La corda è senza dubbio il materiale più importante per qualsiasi lavoro in quota. Essa può essere considerata come una sorta di paracadute ed è l'elemento fondamentale di tutta la catena di assicurazione.

La più recente normativa italiana sui "Lavori in quota in condizioni di sicurezza" lo definisce è un dispositivo di protezione individuale e differisce rispetto a quella sportiva perché rispondente ad una normativa più rigida: si parte infatti dal presupposto che un lavoratore che debba usare un imbrago deve rivolgere la propria attenzione al lavoro che svolge, e non alla situazione in cui si trova. Pertanto, sono richieste norme di sicurezza più stringenti.

Il moschettone nacque intorno al 1800 per poter chiudere in maniera rapida la bandoliera dei fucili (appunto i moschetti, da cui deriva il nome). Successivamente, venne utilizzato in agricoltura, in oreficeria, nonché dai pompieri; fu probabilmente dai pompieri che l'utilizzo dei moschettoni si estese all'alpinismo ed ai lavori in quota.